Pastorino.
Artigiani gelatieri dal 1940.

A Calice Ligure non c'é il mare. Gli artisti di Calice Ligure

"Erano gli anni Sessanta-Settanta, anni di cambiamento radicale nei costumi e nella politica internazionale. Anche Calice Ligure, piccolo paese dell'entroterra, toccato da quest'aria di rinnovamento. Nel 1962 Emilio Scanavino, uno dei maggiori esponenti dell'arte informale, calicese di origine,v i trasferisce la sua attività e la sua vita. Grazie a lui, che successivamente verrà raggiunto dai più importanti artisti del panorama mondiale, nascerà una comunità che trasformerà radicalmente la realtà del nostro paese". Calice Ligure fa concorrenza ad Albisola e diventa il nuovo polo del fermento culturale d'avanguardia. Nel 1969 nasce la Copart, cooperativa di artisti, per riprodurre opere multiple e oggetti d'arte. Ora quel patrimonio artistico è conservato nel Museo Civico d'Arte Contemporanea Remo Pastori.

 

PuntoDueLa pagina Facebook della Galleria d'arte contemporanea Punto Due

 

Associazione Città degli Artisti

L'Associazione " Calice Ligure, città degli artisti " nata ufficialmente il 31 ottobre 2005 si propone di promuovere eventi culturali a livello nazionale ed internazionale in consonanza con la storia recente del paese che negli anni 60-80 ha vissuto profondi cambiamenti diventando un centro importante nel panorama artistico internazionale.
Nel 1964 Emilio Scanavino , trasferendo a Calice Ligure la propria attività dà il via al formarsi della comunità di artisti di fama internazionale che lascerà una traccia indelebile nel panorama artistico degli anni 70-80. L'Associazione vuole partire con lo spirito che animava più di 30 anni fa questa colonia di artisti, galleristi e critici d'arte impostando un nuovo rapporto tra arte e territorio.

 

Museo di Arte Contemporanea "la Casa del Console"

Il Museo di Arte Contemporanea "la Casa del Console" è ospitato in un edificio del XIX secolo che negli anni settanta vene destinato dal Comune, che ne è proprietario, allo svolgimento di attività culturali legate all'arte contemporanea.
A partire dal 1964, anno in cui il celebre pittore e scultore Emilio Scanavino si trasferisce a Calice, si forma una colonia di artisti, galleristi e critici d'arte che si lega al gruppo omologo di Albisola e si viene a creare in questo angolo di Liguria un polo artistico di rilevanza internazionale.
Il Museo nasce come omaggio e ricordo di Remo Pastori, gallerista torinese, per iniziativa diun gruppo di artisti che nel marzo del 1983 individuano nel "Palazzo del Console" la sede idonea allo scopo.
La raccolta che negli anni è andata arricchendosi di nuove donazioni comprende opere di arte contemporanea che ben documentano la produzione artistica di un importante periodo .
Tra gli artisti ricordiamo Aldo Mondino, Carlo Nangeroni, Miro Cusumano, Concetto Pozzati, Ugo Nespolo, Umberto Mariani, Adriano Bocca, Gianni Bertini, Agenore Fabbri, Vincenzo Accame, Annamaria Gelmi, Jean Reine, Antonio Carena, Michele Venturi, Vittorio Gobbi,Duilio Gambino, Carlo Giusto, Gianmariani, Tino Stefanoni, Mario Rossello, Aurelio Caminati, Marco Magrini, Giangiacomo Spadai, Stuart Berkeley, Giovanni Tinti, Ignazio Moncada, Paolo Icaro, Vanna Nicolotti, Francesco Bratta, Anna Comba, Ezio Gribaudo, Sergio Innocenti, Jaques Trouvè, Urano Palma, Enzo L'Acqua, Sergio Sarri, E.Benvenuti, Simona Weller, Alberto Viola, Mitsuo Miyahara, Giuliano Menegon, Vincenzo Marsiglia.
Inoltre fa parte del patrimonio museale una collezione di 83 cartoline realizzate in occasione del concorso "Progetto per una cartolina" indetto dal Comune.
Il Museo dispone di una biblioteca specializzata che nel tempo verrà arricchita e ampliata.
Le visite avvengono su appuntamento.
Per informazioni rivolgersi al centralino comunale al numero 019 65433 o via mail: cultura-sport@comune.calice-ligure.sv.it